creatività, intelligenza, stupidità, populismo, giornalismo, informazione, etica, politica, ecologia, capitalismo, comunismo, anarchia, civiltà, arte, cultura, psicologia, sociologia, filosofia, televisione, TV, giustizia, volontariato, futuro, globale, Onu, religione, neo-machiavelli | neo-machiavelli, creatività, intelligenza, informazione, TV, politica, etica, giustizia, | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

POLITICA
7 giugno 2007
Anti-Bush, USA, antiamericanismo, comunismo ideale de Albania, pacifismo parziale e terrorismo.

(Continuazione de: Albania, G8, violenza e terrorismo del comunismo ideale? )

Sempre vedo italiani antiamericani me viene in mente Albania, Indymedia, Rai3, comunismo, terrorismo, pacifismi di Che Guevara, Saddam, Milosevic, Osama Bin Ladem, e altri servitori del terrorismo islamico.

“L’Albania divenne una nostra colonia alla vigilia della seconda guerra mondiale”.

Immagino che se non fossero gli americani gli italiani sarebbero oggi come gli albanesi e forze un'americana scriveva de Italia quello che una italiana scrive de Albania:

“Anche quando si tratta di emigrare l’Italia è il posto più ambito. Dei milioni di albanesi all’estero per lavorare la maggior parte sono in Grecia e in Italia >>>permalink.

Madre Teresa … la religiosa illustra certamente meglio il suo Paese natale di Anna Oxa … un enorme bazar in cui si vende solo roba usata: vestiti, scarpe, biancheria intima, borse. La dimostrazione evidente, casomai ce ne fosse bisogno, di come lo spreco sia la religione del nostro tempo e di come, se da questo momento in poi nulla di indossabile fosse più prodotto, nessuno al mondo resterebbe nudo ancora per molti anni. Eppure ne conosco pochi che si trattengano dall’aggiornare il guardaroba a ogni cambio di stagione. >>> Inizio modulo

[ permalink |l’Albania è povera esattamente come noi siamo ricchi: a pezzi e bocconi e sempre con un sacco di sorprese.>>> Inizio modulo

[ permalink | La Lonely Planet presentava Tirana come una via di mezzo tra Napoli e Istanbul: anche questa volta un ottimo acquisto.>>> Inizio modulo

[ permalink | Sono passati quasi vent’anni dalla fine del regime di Hoxha, ma l’Albania continua a non avere una strada economica ben delineata da seguire. Non mi è parso di capire che nel Paese ci siano industrie degne di nota. Le campagne, a parte la primitiva zootecnia cui ho fatto cenno, sono fatte rendere ben poco: qualche vigna, qualche olivo con relativa vendita di olio in bottiglioni di plastica (sic!) e poco più. Al mercato di Elbasan le arance sono impilate in cassette che provengono dall’Italia e se si considera quanto costa la frutta a noi ci si chiede come possano permettersela loro: eppure siamo all’altezza del nostro Meridione, Il denaro elettronico è ancora molto poco diffuso e questo obbliga tutti a maneggiare grandi mazzi di banconote, tutte spiegazzate e luridissime, cosa che da noi sta diventando sempre più insolita. >>>Inizio modulo

[ permalink | Quando andai a Parigi a vent’anni comprai un libro che si intitola 57 boulevard Staline, scritto da una coppia di insegnanti parigini che fu ammessa a tenere il lettorato di lingua francese all’Università di Tirana e al ritorno raccontò come si viveva in un Paese isolato dal resto del mondo…Una delle cose che ricordo meglio del libro è il racconto della devozione di molte giovani donne per il Partito Comunista che, imponendo la parità e riserbando loro dei posti nelle scuole e nelle università, le aveva emancipate da una società arretratissima dove non godevano di alcun rilievo sociale (il kanun di cui parlerò più avanti non risparmia le donne per galanteria, ma perché vengono ritenute alla stregua di non persone). Gli autori del libro le chiamavano vierges rouges, vergini rosse, a intendere che alcune di queste ragazze avevano rinunciato ben volentieri alla galera del rapporto con un uomo brutale per dedicare tutte le loro energie al partito e al suo fondatore…

Come ho già detto, i caffé sono pieni di uomini e ragazzi: le donne, agghindate di tutto punto, si lasciano guardare come in perenne esposizione. Lo stile estetico dell’albanese media è terrificante per i nostri esigenti criteri italiani. Ogni signora e signorina è immancabilmente imbalsamata in camicette superaderenti, gonne microscopiche od ornate di almeno un paio fra balze e falpalà, fiocchi, ruches e volant con accostamenti cromatici che definire arditi è poco. Indispensabili tacchi a spillo chilometrici, trucco e mèches. La visita all’atelie di Enrieta, la sarta di Ivana, è illuminante: i modelli sono portabili come quelli di una sartoria teatrale, ricoperti come sono di incrostazioni multicolori e veri (come sottolinea la patronne) Swarowsky. In un angolo troneggiano le foto della primogenita quindicenne che fa la modella per le creazioni della mamma: alta, appariscente, truccatissima. La madre la mangia con gli occhi prevedendo per lei un futuro carico di soddisfazioni, lo stesso che mia madre immaginava quando io mi laureai…

Assai diffusa, anzi automatica, la procedura che prevede che la dipendente donna nubile si conceda al capoufficio uomo, non per avanzare nella carriera, ma semplicemente per continuare a lavorare.

Per fortuna grazie al parabolone tutti vedono i programmi della RAI, altamente istruttivi per comprendere qual è il valore che una società davvero avanzata dà alla donna.>>> Inizio modulo

[ permalink |

>>> Per saperne ancora di più “cerca”: Bush, antiamericnismo, Baraldini, Diliberto, Guevara, Pannella, Saddam, torture, Irak, Calipari, Abu Omar, Cia, Sismi, adozione, intelligenza, politica, giustizia, stupidità, (“In questo blog”).

 

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte