.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

CULTURA
25 novembre 2007
G8: “per non dimenticare” la vergogna di certa “verità”, certa “giustizia” e certa “storia”

Solo adesso sento qualche voce concordanti con quello io penso e discordante di quelli 300.000 nel 2001, … 50.000 nel 2007… che credano che la democrazia si fa distruggendo per altri pagare … e chiamo a questo giustizia ... Loro credano che stano facendo Storia. Io credo che sono la vergogna della vecchia Italia, della vecchia giustizia, del vecchio comunismo all’Italiana: con il peggiore del comunismo sovietico e senza il meglio. Ricordo che al G8 in Russia è stato solo un manifestante condannato a pagare una multa. Nel G8 di Genova i più onesti contribuenti sono condannati a pagare 150 milioni per la sicurezza contro di quelli violenti reazionari no-global, più 50 milioni di danni, più 8 milioni per la giustizia continuare a fare più ingiustizia, più danni pagati dei più onesti contribuenti, niente da chi le ha fatto… E chiamano “giustizia” ????
Un violento, stupido, marginale, delinquente è il suo eroi e la polizia che difende i migliore ripresentanti delle migliore democrazie sono considerati dei criminali … E chiamano a questo democrazia…

Zapweb per la Storia:

“… Se all'epoca del G8, dei delinquenti,
non avessero fatto tutti quei disastri,
Giuliani probabilmente sarebbe ancora vivo…”
Quei reduci di Genova

Concordo con il commento di riflessidiTana: "quei disordini furono programmati per far cadere Berlusconi..." Hanno distrutto Genova per distruggere Berlusconi. E adesso sono in politica. Sarà scandaloso la promozione dei vertici di polizia o quelli che hanno causati tanti danni adesso in politica?


“UN’ALTRA VERGOGNA PER GENOVA ...La calata dei barbari: no-global, disubbidienti, i centri sociali di Caruso e company, hanno invaso Genova nuovamente... Quello che ho visto non lo potrò mai dimenticare: terrore, orda di persone con passamontagna che brandivano bastoni e oggetti contundenti di ogni genere che si scagliavano contro i poliziotti con ferocia inaudita, parevano delle belve. Ero con un gruppo di colleghi ed uno ci spinse in un portone di un condominio, per fortuna aperto, per non fare una brutta fine. Quando i vigliacchi vedono giornalisti e fotografi ti assalgono e spaccano le macchine fotografiche per non far vedere quello che stanno facendo. ... E così i poliziotti furono presi alle spalle ed incominciò una lotta cruenta fra la polizia che cercava di difendersi e i criminali che li assalirono con ferocia e quanto sangue ho visto sgorgare dalle ferite inferte con catenacci, coltelli, bastoni, avevano di tutto per colpire ed uccidere. Non ero dalla parte ove fu ucciso Giuliani, però ho visto benissimo alla TV e da privati che hanno ripreso l’agguato vergognoso di quel teppista di Giuliani. La madre, a caldo, disse che suo figlio non viveva più in casa e che se lo sarebbe aspettato che finisse male. Poi, quando capì che poteva trarre profitto da quella situazione, fece la madre piangente ed ora è senatrice, con lauto stipendio... La manifestazione, non è finita in tragedia come l’altra volta. Però tutti i negozi chiusi e i genovesi barricati in casa. Solo qualche tentativo di spaccare e lancio di fumogeni, ma la polizia non è mai dovuta intervenire.

In compenso si sono visti striscioni demenziali: “ La storia siamo noi”. Che Dio ci scampi da simile orrore. La nostra Patria ha una storia di eroi, di veri uomini che hanno dato la loro vita per un ideale... In Tv si è visto intervistare Don Gallo e non ho parole da descrivere ciò che ha detto e come era conciato, come un macrò. Mi spiace, proprio io cattolica praticante, esprimere un’opinione su un prete, ma di prete non ha più nulla e mi stupisco che il Vaticano non intervenga ad espellerlo. Di Sansonetti si può solo dire che ha parlato da vero comunista staliniano. Per finire vi erano i soliti studenti cretinetti e voglia di non studiare che portavano in trionfo un bello striscione con la scritta:” Più conoscenza, meno obbedienza”. Ma che vogliono conoscere, forse come dare due schiaffi al professore come è successo ieri? Saranno sempre dei falliti!... spero che quei teppisti del G8 si facciano i loro 16 anni di carcere, ma facendoli lavorare per pagare tutti i danni che hanno provocato ai negozianti e agli automobilisti che si sono trovati senza più auto. Dimenticavo: Caruso, il napoletano, si è lamentato che il treno era privo di riscaldamento e di acqua, indi vuole fare causa alla ferrovia. Agnoletto ha detto le sue solite baggianate che non meritano riscontro, si deve compatire.” Ma che ci sarà mai da appurare ancora sul G8?

“Don Gallo intanto sale dal palco e grida tra gli applausi «Dimostriamo cos'è la democrazia. Non lasciatevi provocare dai figli di puttane». Speciale Corteo Genova G8 17-11-2007

>>

Giovani del 68 e G8: libertà di Mao, Lenin e Stalin, reazionari no-global e pacifisti di Che Guevara
Sicurezza , piazze di sinistra e di destra, giustizia, legalità o stupidità

Neo-anarchia: libertà e potere proporzionale alla responsabilità, efficienza e utilità sociale
G8, mg8, pmg8, mmg8, vmg8, Agnoletto, Don Gallo, … a La7 … e se io fosse …

Dal G8 de Genova al “fascismo” de Milano … giustizia o stupidità?
Politica di piazze, G8 di Genova e votare Berlusconi o Prodi?
G8 di Genova e votare Berlusconi o Prodi?
Prodi, sinistra e democrazia di piazza
"NO GLOBAL" etico, intelligente e civile
Cari carabinieri, vergognosa giustizia

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte