Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Celentano, caccia e intelligenza, furbizia o arte del populismo?

Nel 1987, in piena campagna del referendum contro la caccia, Celentano invita a scrivere nella scheda: “La caccia è contro l’AMOR”. Ma scrivendo questo ha fato un favore i cacciatori: scrivendo quello hanno annullato le schede e conseguentemente il valore dell’oggettivo del referendum contro la caccia, (TVTALK, Rai3, 2008-02-23, 9.10). È andato in tribunale, la Rai se è assunto la responsabilità e i contribuenti hanno pagato.
È evidente che i cacciatori sono una piccola parte della popolazione. Ma non sempre la maggiore parte del “popolo” sta contro le minoranze si sono ingiustamente trattati e poveracci. In Italia è molto popolare stare della parte di certe minoranze. Non è il caso dei cacciatori, una classe associata alla vecchia aristocrazia. Celentano ha trovato un mezzo di stare con tutti: in TV per il “popolo” della sua parte ma in pratica della parte dei cacciatori. Cosi ha contentato tutti. E tutti hanno pagato per la popolarità di Celentano. 

Pubblicato il 23/2/2008 alle 9.29 nella rubrica TV-PTV.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web