Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Fiat, lavoro, comunismo di Diliberto, capitalismo italiano e creatività collettiva per il futuro

Obama aiuta le fabbriche di auto in USA. Altri hanno seguito il suo esempio e Berlusconi deve fare lo stesso? O trovare altre forme d’investimento dei soldi pubblici per creare più lavoro con più utilità sociale?
"Il rischio che 60.000 lavoratori del comparto auto, in Italia, restino a casa, se non ci sarà un intervento del governo, è reale"… “I politici devono contribuire a rendere competitivo il costo del lavoro in Italia e quindi poter pretendere il rientro nel nostro paese di quelle produzioni che attualmente sono allocate all'estero come in Polonia e Turchia”, permalink | inviato da adestra.
Ricordo il comunista Diliberto a dire che la Fiat è stata sempre aiutata dei governi anteriori e continuerebbe a esserlo nel Governo Prodi perché è una fonte di lavoro e ricchezza nazionale.

Ricordo uno dei principali imprenditori italiani dire la Fiat è stato peggiore quando ha pensato meno alla competitività internazionale e più agli aiuti dello Stato.

A)Grillo ha ragione nella sua campagna contro tropi trasporti e tropi viaggi. Lo Stato deve investire più in nuove tecnologie e nuova legislazione per lavorare da casa senza avere bisogno della macchina per andare all’ufficio. L’alimentazione con le culture regionale di stagione è più salutare che quella venuta da lontano e fora stagione.

B) L’auto italiana deve essere aiutata dello Stato.

C) Altro?

Pubblicato il 27/1/2009 alle 22.25 nella rubrica TPF=TIL+PIL+FIL=tempo+soldi+felicità.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web