Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Roberto Maroni, Tunisi, clandestini, lavoro, civiltà, fantasie e realtà

Poveri clandestini che arrivano in Italia per non morire di fame mi fanno pena.

Immagino tutti quelli clandestini alloggiati in quelle roulotte che Striscia la Notizia ha mostrato a marcire da molti anni, a separare la spazzatura che andava in Germania e ritornava separata, …

Immagino che qualche figlio o nipote poteva diventare un Obama italiano, …

Immagino quelle tonnellate di poste non consegnata e tanto da fare a essere fato di quelli italiani che sono senza lavoro, …

Immagino una Nea-anarchia con il migliore della vecchia anarchia, la creatività rivoluzionaria che non vede la vecchia legalità quando produce ingiustizie e stupidità.

Cado delle mie fantasie e vedo la realtà, Roberto Maroni in Tunisi per mandare in dietro poveri clandestini.

Forze è più intelligente delle mie fantasie: se non esiste lavoro per tutti italiani non si possano inventare posti per tutti. Maggiore umanità per clandestini produrrà migliore civiltà o la caduta di questa civiltà?

“Roberto Maroni martedì sarà a Tunisi per incontrare il ministro dell'Interno e dello Sviluppo locale, Rafik Belhaj Kacem per arrivare, per l'ennesiam volta, ad una piena attuazione all'accordo che prevede il rimpatrio dei clandestini di nazionalità tunisina sbarcati in Italia”. permalink | inviato da adestra.

Pubblicato il 27/1/2009 alle 22.29 nella rubrica Neo-politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web