Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Riforma della giustizia: tempo, intelligenza, creatività, biologia, psicologia, filosofia, etica, deontologia e moralità

La priorità per avere migliore giustizia è avere migliori magistrati. Per avere migliori magistrati bisogna avere più meritocrazia: migliori più premiati con più libertà, privilegi, guadagni, carriera, prestigio e responsabilità. Ma anche potere scendere della gerarchia o cambiare occupazione quando non sono efficienti in un ruolo. Secondo il principio di Peter, la carriera se ferma al livello d’incompetenza. Peggio del principio di Peter può essere la carriera della giustizia fra capacità di seconda scelta, solo quando sono vecchi o con la furbizia, corruzione o poteri meno onesti a condizionare il posto. Un magistrato può essere un genio di creatività e certo tipo d’intelligenza per interrogare mafi0si e capire quando dichiarino la verità o bugie, meno competente a giudicare e un disastro a presidente di un tribunale. Immagino che se per ogni funzione della giustizia se creasse gerarchie relative con più premio per migliori in onestà, intelligenza e buonsenso di giustizia, sarebbe la priorità per avere migliore giustizia.

Le capacità umane ereditarie possano essere sviluppate con il tempo e stimolo anche a età molto avanzata, ma possano perdere qualità con il tempo se non sono stimolate. Immagino che in una gerontocrazia, dove la carriera è automatica con l’età, senza premio o punizione per più impegno, possano arrivare a certi gradi della gerarchia quando le sue capacità sono in decadenza. peggiore ancora se meccanismi corrotti determinano la carriera dei più furbi, meno onesti, premio per peggiori e punizione dei migliori. peggiore ancora in ambiente mafi0so dove se sa che più onesti ed efficienti saltano per aria e sono chiamati cretini dei furbi più favorevole alla grande vergogna che fanno migliore carriera. Peggiore ancora se tutti più intelligenti diventano avvocati dei peggiori mafi0si e la carriera della seconda scelta dipende del favoreggiamento legale degli avvocati dei mafi0si. Se nel 95% dei processi in prescrizione hanno priorità peggiori mafiosi e nei 5% risarcimenti per magistrati diffamati da qualche indignato del funzionamento della giustizia.

Il tempo è il fattore più importante della creatività, dell’intelligenza e dello sviluppo di tutte le facoltà umane. L’uso del tempo è importante per la vita quotidiana, per la felicità di ogni singolo individuo, ma molto più importante per magistrati sviluppare capacità per migliore giustizia e sopravivenza in ambiente mafi0so.

Questo governo è stato uno dei più determinati per raggiungere l’obiettivo più intelligente: sequestrare i beni alla mafia. Secondo me poteva dedicarsi molto più alla politica se l’opposizione avesse criticato in modo più costruttivo.

Molti politici sono avvocati, molti hanno usato la loro esperienza maturata nel passato per la migliore politica antimafia della storia d’Italia. Se il tempo sprecato per certe intercettazioni per il “sesso degli angeli” ,l’informazione, la politica e la giustizia fossero state orientate per l’obiettivo più intelligente : eliminare la mafia sarebbe stato più utile.

Se un politico fa un errore è criticato dell’opinione pubblica e solo se non giudicato importante può continuare a fare politica. Un magistrato può diventare milionario a fare peggiore malagiustizia: tanto peggio tanto più “diffamazioni” tanti più processi a guadagnare fortune. Mafi0si ringraziano perché mentre quelli 5% d’efficienza della giustizia se occupa di condannare diffamatori, veri criminali più antisociali entrano nei 95% dei processi in prescrizione.

La satira poteva essere una forma di criticare peggiori e stimolare la creatività, intelligenza e buonsenso di giustizia. Ma la satira a un magistrato è stata più punita delle due aggressioni fisiche a Berlusconi.

Il tempo è il valore più importante, l’unico che, se perso, non si può recuperare. Se la giustizia per punire la banalità di una parola considerata diffamatoria di un magistrato occupa più il tempo della giustizia che a condannare un presunto b0ss mafi0so, può essere tutto molto legale ma legalità diventa sinonimo di servizio immorale dei peggiori. Se migliori magistrati guadagnano meno dei peggiori diventa peggio del principio di Peter.

Ogni facoltà attuale dipende dell’ereditarietà e dell’uso del tempo del passato fino adesso. Immaginate un magistrato attuale, nato in un ambiente mafi0so dove ogni anno moriva uno dei migliori magistrati e più efficienti contro la grande vergogna, cresciuto dove le bambine preferivano sognare di sposare un b0ss mafioso che un principe o un magistrato. Se non è un eroe, e molto più logico che non interiorizza la priorità di essere efficiente contro il potere dei poteri. Se sa che compagni più efficienti saltano per aria, meglio avere priorità con qualche banalità molto legale che indegna l’opinione pubblica. Dall’uso di ogni minuto del nostro tempo dipende il minuto seguente e influenza tutto il nostro futuro. L’uso del tempo diventa così il valore dai valori della nostra vita. Con la nascita inizia un processo di sviluppo delle capacità innate. Il tempo, le emozioni, l’informazione e gli stimoli sono catalizzatori di crescita delle capacità e risorse personali. Il tempo è il fattore comune più importante: ogni momento può essere vissuto con più o meno intensità e sviluppare una capacità. Più è la concentrazione e intensità di un’emozione o attività mentale, più altre sono dimenticate. Immagino che molti magistrati che non sono degli eroi sviluppano un’intelligenza pratica di sopravvivenza: trovare forme di non toccare il potere mafi0so.

Il più importante del marxismo se può riassumere in questo: Soldi e come se guadagnano condizionano la giustizia, politica, cultura, valori, religioni e credenze. La rivoluzione-NEO-marxista della giustizia consiste nella priorità a sequestrare le fortune della criminalità e suoi complice per finanziare migliori magistrati di una migliore giustizia, polizia, politica, cultura, informazione e volontariato. Migliori magistrati devono guadagnare molto più degli avvocati dei mafiosi o giudici arbitri che nel 95% facevano pagare conti salati a più onesti contribuenti.

Per il capitalismo più razionalista il tempo si misura in soldi, (“time is money”). Una commissione guidata dal Nobel Joseph Stiglitz, incaricata dal presidente francese Nicolas Sarkozy ha introdotto un nuovo valore da contrapporre al PIL: il FIL, (felicità interna lorda). Con la globalizzazione molti affamati cercano di migrare dove possono trovare lavoro se sono onesti o di rubare se sono ladri. Dove esiste più ricchezza arrivano in molti per aumentarla o rubarla. Dove non c’è lavoro per tutti, molti per sopravvivere, sono costretti a procurarsi da vivere in modo criminoso. Se finiscono in galera vivono del PIL di altri. Cosi quelli che lavorano devono pagare le tasse anche per difendersi dalla criminalità. Se non si cambiano regole e la giustizia è troppo tollerante non si ottiene una giustizia che dia sicurezza.

La coscienza di fare bene per altri produce in molti un piacere reale che è stato misurato per l’eccitazione delle zone di piacere del cervello. Sono molte persone che si dedicano al volontariato e dicono di ricevere più di quello che danno. La coscienza di fare del bene può dare più piacere e felicità di ricevere.

Ma esistono delle persone che si divertono a fare del male e a fare soffrire persone o animali. Perché?

Una delle priorità della scienza e della psicologia poteva essere di scoprire le ragioni e inventare politiche dove le persone si sentono felici di procurare per altri felicità, dove si può vivere con meno PIL ma più FIL=felicità-interna-lorda, internazionale, locale e globale.

Secondo me è importante premiare i migliori con più libertà e potere proporzionale all’utilità sociale, meritocrazia con nuove forme di valutazione dai valori più importanti di ogni momento per creare migliori gerarchie nella politica, nella società nelle istituzioni e nel volontariato. Per fare ciò è importante una giustizia equa che difenda gli onesti, gli intelligenti e i capaci, premiare i migliori e punire in forma intelligente e con buonsenso per educare e non distruggere chi può essere convertito.

La soluzione che io propongo sono più multe e lavori sociali per reati meno pericolosi e giustizia molto severa con lavori forzati per tutti quelli che non collaborano o fossero pericolosi criminali.

Secondo me, per una migliore politica bisogna creare migliori gerarchie della giustizia, con più potere e libertà per chi usa migliore il suo tempo e degli altri per beneficiare la società, non chi usa la legalità per beneficio personale con danni che possano essere legali ma vergogna immorale di certa legalità.

Il tempo è il fattore comune più importante per la crescita e sviluppo delle facoltà umane ereditarie: ogni momento può essere vissuto con più o meno intensità per sviluppare una capacità o altra.

Da questo risulta che la priorità più importante della giustizia l’uso del proprio tempo e degli altri per maggiore felicità e utilità sociale.

Il peggiore uso che si possa fare del tempo è odiare. Odiare è prendere un veleno aspettando che faccia danno alla persona odiata. Ma può darsi che senza odio non fossero possibili certe rivoluzioni. Chi ha odiato e si è sacrificato per un ideale vincente, diventa molte volte un eroe delle generazioni future. Ma non possiamo sapere se altri risultati migliori si potevano ottenere con lo stesso amore per lo stesso ideale senza odio, senza sacrifici collaterali, solo con più collaborazione con altre persone con gli stessi ideali.

La priorità al più importante è la prima manifestazione dell’intelligenza. Ma il prioritario è differente per ogni persona. Immagino che il tempo con Rubygate è per circa metà del paese giusto e importante e per altra metà la più piccola banalità con peggiori danni sociali ingiusti. Se non se possano criticare magistrati per mandare a Rai intercettazioni di un …xxx…p3p…p3v…

Tutte azioni giudiziarie hanno un prezzo: il tempo per uno processo contribuì ad altri nei 95% in prescrizioni. Per certi magistrati è prioritario risarcire compagni delle diffamazioni, per altri fare cadere il governo più creativo, intelligente ed efficiente contro la peggiore vergogna della storia d’Italia.

Le nuove tecnologie, l’evoluzione dell’informazione e della cultura occupa grande parte del nostro tempo e condizionano l’evoluzione delle nostre capacità. Ho conoscenza di almeno 2 casi di web-criminali che hanno causato miliardi di danni, sono stati arrestati e scarcerati il giorno dopo, senza la minima punizione. Come un “presunto” b0ss mafi0so, del quale è pericoloso parlare.

Credo che certe persone sviluppano più l’intuizione immediata e altri la ragione con studi matematici più lunghi. Credo che certe volte sia migliori l’intuizione e altre dormire sopra, aspettare altre informazioni, domandare consigli a periti ed esperti in altre scienze.

La creatività è una facoltà molto strana che funziona di forma differente per ogni individuo. Credo che esistano certe norme generali per tutti e altre particolare di ogni individuo. Per questo penso che la priorità a certi formalismi della legalità non sviluppino la creatività ed efficienza. Leggi fate da politici che in grande parte sono stati avvocati dei mafi0si, applicate da chi può avere più benefici e meno danni personali o familiari se non è efficiente contro il potere dei poteri, condizionati dei grandi avvocati dei mafi0si periti a trovare la legalità in benefizio dei peggiori, può essere la prima causa dell’inefficienza per peggiore e grande efficienza per deficienti o “delinquenti per caso” che non sanno che magistrati sono intoccabili, non se può fare satira e criticare le sentenze.

Pubblicato il 7/3/2011 alle 11.22 nella rubrica NGF=Neo-Giustizia-Futura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web